Image Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.us

mercoledì 5 marzo 2008

Ma perchè andate a votare?

Walter Veltroni presenta il Programma del partito Democratico... al punto 11 c'è scritto:


11-Giustizia
e legalità.. Esclusione dal Parlamento dei condannati per reati gravi
Da troppi anni c'è uno scontro nel Paese. Nell'ordinamento verrà inserito il principio della non candidabilità in Parlamento dei cittadini condannati per reati gravissimi connessi alla mafia, camorra e criminalità organizzata o per corruzione o concussione.


Nelle liste dei candidati del PD di Veltroni si ritrovano infatti personaggi le cui collusioni con Cosa Nostra sono state accertate inequivocabilmente – come nel caso, ad esempio di
Vladimiro Crisafulli. Clicca qui per leggere l'articolo di Peter Gomez...

_________________________________________________

Veltroni
ha però escluso dalle sue liste Beppe Lumia, vice presidente della Commissione Parlamentare Antimafia. Lumia è stato a suo tempo condannato a morte dalla criminalità organizzata per le sue attività. Toglierlo dal Parlamento vuol dire trasformarlo in un morto che cammina.

Nel video qui sotto Lumia spiega lo sconcerto provato per la sua esclusione e per la candidatura di Crisafulli...


potete scegliere o votate per Crisafulli o votate per Dell'Utri... e non dite che è poco.

2 commenti:

mary ha detto...

Se l'ipocrisia non ha ancora attecchito la nostra coscienza, dovremmo renderci conto che siamo troppo abituati a delegare ad altri un dovere che invece è innanzitutto nostro. Il risultato della delega si vede, si sente, si respira, ci opprime.
In giro per la rete, su vari blog, non faccio altro che leggere commenti rabbiosi di gente delusa che rimugina e attacca la classe politica.
A molti forse basta lasciare quotidianamente un proprio commento sul blog di turno per sentirsi meno appesantiti... a me non basta!


Un'altrenativa c'è: non dare la delega a gente incapace (nella migliore delle ipotesi) e immorale (nella peggiore delle realtà). Abbiamo a disposizione la possibilità di votare una lista civica nazionale che viene quotidianamente oscurata dai TV e giornali che è stata chiamata "Per il bene comune" .
Ovviamente nessuno ci garantisce che possa dare una svolta a questa ormai drastica situazione italiana ... ma mi chiedo ...
1. quando il Sig, Berlusconi è "sceso in campo" parecchi hanno avuto la sensazione/speranza che la novità potesse rappresentare il miglioramento;

2. oggi il Sig. Veltroni fa di tutto per vestire il suo partito con un abito nuovo, e molti rivedono anche in questo "la voglia di cambiare"

... allora dico ...

è possibile che noi italiani riusciamo ad essere talmente ciechi da continuare a sperare negli uomini che hanno già dimostrato di non riuscire (o di non volere) cambiare le sorti di questo Paese e non accettare, invece, la possibilità che il cambiamento possa venire da noi?
E' troppo comodo non impegnarsi in prima persona.
Il rischio di fallire spaventa molto di più di quello di dare il consenso a persone che hanno fatto della politica il loro potere e dell' Italia il loro podere!



La 3°alternativa siamo noi stessi ...

"Guarisce soltanto chi vuol guarire"

Anonimo ha detto...

vaffanculo veltrusconi