Image Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.us

mercoledì 28 novembre 2007

La politica mette a tacere la Verità...

Clementina Forleo

ROMA (Reuters) 28 novembre 2007- Il procuratore generale della Corte di Cassazione ha promosso l'azione disciplinare contro la giudice per le indagini preliminari della Procura milanese Clementina Forleo per l'ordinanza con la quale il magistrato chiese alla Camera dei Deputati di utilizzare le telefonate di alcuni parlamentari nell'ambito dell'inchiesta su alcune scalate bancarie. Lo ha riferito questa sera una fonte giudiziaria.

Le contestazioni del pg della Suprema Corte Mario Delli Priscoli si riferiscono ai contenuti dell'ordinanza, dice la fonte, tra cui i giudizi espressi su alcuni politici, considerati diffamatori.

Nel luglio scorso la gip Forleo aveva chiesto a Montecitorio di poter utilizzare 68 intercettazioni di telefonate tra politici e persone indagate per le tentate scalate ad Antonveneta e Bnl, definendo i parlamentari "consapevoli complici".

Tra i politici intercettati, il ministro degli Esteri Massimo D'Alema, l'ex leader dei Ds Piero Fassino e Nicola Latorre (Ds), Salvatore Cicu, Luigi Grillo e Romano Comincioli (tutti e tre di Forza Italia).

Il 23 luglio il pg Delli Priscoli aveva deciso di acquisire le ordinanze per le presunte "abnormità" dei contenuti dei provvedimenti, giunti per una fuga di notizie ad alcuni giornali, e il giorno dopo il ministro della Giustizia Clemente Mastella aveva disposto un'ispezione ministeriale alla Procura di Milano.

Il 2 ottobre la Camera aveva dato il via libera all'uso delle intercettazioni - su cui si erano espressi favorelmente gli stessi politici intercettati, e che tuttora non risultano indagati - anche se aveva rinviato al gip gli atti su D'Alema, perché all'epoca sedeva nel parlamento europeo e non in quello italiano.

Il 6 novembre scorso Forleo era stata ascoltata dal Consiglio superiore della magistratura per alcune sue dichiarazioni su presunte pressioni istituzionali subite, che però non avrebbero riguardato le scalate bancarie.

"E la cronaca di un evento annunciato": e' questo il commento del gip di Milano Clementina Forleo alla notizia dell' avvio dell' azione disciplinare da parere del pg della Cassazione nei suoi confronti.
Il gip si riferisce all' incontro avuto a Roma con l' ex magistrato Ferdinando Imposimato che gli aveva preannunciato che il pg Delli Priscoli aveva subito pressioni affinche' aprisse il procedimento disciplinare nei confronti del giudice.




-Sono fiero di essere Italiano Grazie a Clementina Forleo-

La Forleo a "Annozero"




domenica 28 ottobre 2007 -
Clementina Forleo ritira il
Premio "Paolo Borsellino"


Dal blog di Beppe grillo:

Clementina Forleo ha troppo coraggio, non ce la meritiamo. Si dimetta dalla magistratura. La Giustizia è ormai un non luogo in cui vengono condannati solo i poveri disgraziati e, forse, neppure loro. Non abbiamo bisogno di magistrati eroi, ma di tribunali che funzionano, di leggi efficaci, di politici onesti, di ministri della Giustizia e non di Mastella.
Non abbiamo bisogno di giudici fermati con il tritolo o con i provvedimenti disciplinari. Di giudici che rischiano la loro vita e quella dei loro parenti per noi.
Che popolo siamo diventati? Cosa siamo diventati? Mi guardo allo specchio e mi faccio schifo anch’io.

1 commento:

www.ilparadisoallimprovviso.splinder.com ha detto...

ci dovremmo fare schifo tutti...